Lasagna di cavolo verza e patate.

Una storia tedesca (il libro)

Questo libro meraviglioso, ricco di grazia e poesia al punto da evocare l’aria e la tensione di quegli anni ’30, scritto con maestria e capacità di un vero sceneggiatore, mi ha ispirato un piatto composto da cavolo verza e patate che sono gli ingredienti principali di una Germania di allora ma anche d’oggi, affiancandoli a fogli di pasta come se fossero le pagine di un piatto semplice e proprio per questo complicato. Questo romanzo mette in mostra con forza la sua elegante consapevolezza laddove basterebbe chiudere gli occhi per vedere, in un mondo avviato alla negazione di ogni grazia.

la ricetta

Sbollentate le foglie di cavolo in acqua bollente leggermente salata.
Con una parte di queste foglie sbollentate, aggiungetele ad un roux di farina e olio extravergine d’oliva abbastanza denso, con l’acqua di cottura del cavolo, lasciate cuocere a fuoco moderato fino a che inizi ad addensare, frullate con un minipimer. Nella stessa acqua sbollentate i fogli di pasta per lasagne e anche le patate tagliate a fette sottili. Componete la lasagna a strati alternando la besciamella di cavolo, il cavolo stesso, strisce sottili di Emmental e pasta. Pepare a piacere. Comporre la lasagna direttamente nel piatto in modo espresso oppure in una pirofila da forno (vedi foto sotto) dove poi faremo gratinare a 180-200°.